Contratto autonomo di garanzia. Nozione

Il contratto autonomo di garanzia è diretto a costituire una garanzia personale totalmente svincolata dall’obbligazione principale – questa è la fondamentale distinzione con l’istituto della fideiussione, che invece è obbligazione accessoria rispetto a quella gravante sul debitore principale; vedasi artt. 1936 e ss. c.c. – tanto è vero che il garante sarà costretto ad eseguire la prestazione oggetto di garanzia ancorché il rapporto principale sia, ad esempio, invalido.

Al fine di rendere maggiormente efficace la garanzia in disamina, si è affermato nella prassi l’uso di includere in detto contratto la c.d. clausola di pagamento a prima richiesta.

Per effetto di detta clausola, sarà sufficiente per il creditore dichiarare che il debitore principale non ha adempiuto l’obbligazione per ottenere dal garante la prestazione oggetto di garanzia.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...